Dall’orto sociale all’urbanistica partecipata. Un contributo per la serata “God Save the green”

condividi su:
colonia bolognese

Venerdì sera alla Colonia Bolognese riutilizzata prima della proiezione di “God save the green” iniziativa promossa da Il Palloncino Rosso abbiamo presentato il percorso partecipato per la comunità Madi_Marecchia all’interno del quale rientra il Progetto di #OrtoMadiba.
Di seguito il contributo che abbiamo portato con Bernhard (urbanista/coord. del Progetto) e Rosario (abitante di Casa Don Gallo).

Percorso Partecipato per la Comunità Madi_Marecchia. Dall’orto sociale all’urbanistica partecipata

Rispondere ai bisogni reali incontrati. Nel 2014, a qualche mese di distanza dalla nascita dell’esperienza di Casa Madiba all’interno degli spazi dell’ex caserma dei Vigili del Fuoco, rispondere ai bisogni reali era anche domandarsi come riuscire a risolvere l’approvigionamento di cibo di qualità da parte di persone povere, in quel momento senza un impiego lavorativo. La risposta è stata l’avvio dell’orto sociale Madiba, un progetto che ora più che mai rappresenta e costituisce un ramo importante di un Percorso partecipato più allargato e complesso, quello che interessa la Comunità Madi_Marecchia.

Siamo consapevoli che ristrutturare uno spazio da solo non comporta la riqualificazione dello spazio. Si devono insediare nuove forme abitative, sociali e culturali, di cooperazione e scambio, di vita. compresa la cura dei rapporti tra le persone, le attività artistiche, le attività per trascorrere il tempo libero. Devono essere creati allora i luoghi dove abitare con dignità, dove agire insieme la vera sicurezza, quella garantita dall’accesso da parte di tutti ai diritti, quella agita recuperando gli immobili sfitti per chi non ha una casa, quella agita portando fuori dall’ombra lo spazio urbano e ponendolo nella luce (Arch. Chiara Tonelli, Università Roma 3), affinchè la cittadinanza tutta possa condividerlo e goderne, occupandosi del suo buon mantenimento.
Numerosi sono quindi i temi che ritroviamo all’interno del Percorso Partecipato Madi_Marecchia che vede il coinvolgimento e l’attivazione delle diverse realtà che operano, con modalità e scopi anche differenti tra loro, nelle zone limitrofe al Parco Marecchia: dal centro anziani agli abitanti di Casa don Gallo, dagli abitanti e associazioni del quartiere agli/lle attivisti/e di Casa Madiba Network.
Tra questi vi è l’orto sociale Madiba. Creato dagli abitanti per gli abitanti, ha cercato in questi anni di riqualificare uno spazio nel polmone verde della nostra città, il parco Marecchia, a partire da una gestione comunitaria e collettiva. Ma il tema dell’orto è un tema – come vedremo nel film “God Save the Green” – che intreccia anche alcune parole chiavi molto attuali: dalla questione dei cambiamenti climatici alla tutela dei territori e la loro messa in sicurezza, dalle modalità di produzione alla scelta di noi consumatori/trici di quali alimenti portare sulle nostre tavole (filiere produttive e genuinità), dal consumo di suolo all’economia circolare passando per le esperienze di riutilizzo, organizzazione dal basso, attivazione da parte di pezzi di cittadinanza.
#Riutilizzo #SicurezzaSociale #UnaCasaPerTutti #OrtoMadiba

Il contributo di Bernhard durante la serata:

condividi su: