Presentazione del libro “La Politica della ruspa. La Lega di Salvini e le nuove destre europee” di e con l’autore Valerio Renzi

condividi su:
banner la politica della ruspa

Venerdì 1 Aprile – h. 20.30

“La Politica della Ruspa. La Lega di Salvini e le nuove destre europee”

con l’autore, Valerio Renzi

Casa Madiba Network

Cosa sta succedendo a Rimini? Fra ronde di neonazisti alla stazione e sui tram, pseudo raccolte solidali razziste e xenofobe come testimonia la fedina penale dei camerati, manichini appesi fuori dai centri di accoglienza per rifugiati e la venuta a Rimini di Salvini? Verso le amministrative di Giugno, nel PD locale è aperta la guerra per il potere e uno scranno in consiglio, i 5 stelli che hanno praticato l’eresia, sostenendo giustamente le lotte per il diritto all’abitare, sono stati fatti fuori dal direttorio da due personaggi (Grillo/Casaleggio) oltreché discutibili autoritari e dispotici (altroché movimento), la Lega che ha il campo libero nel centro destra e i neofascisti di Forza Nuova (figli degli stragisti dei NAR e di Terza Posizione che hanno insanguinato il nostro paese) fatti passare dal mainstream come vittime innocenti e bravi cittadini che fanno la “colletta alimentare” con cartelli che insultano l’umanità tutta e catene e cinghie nascoste sotto i bomber militari pronte all’uso.
Come questi fatti si collocano nell’avanzata in tutta Europa dei movimenti di estrema destra e in Italia in particolar modo della Lega Nord, legittimati e favoriti anche dalle vergognose politiche dell’UE incapaci di dare risposte concrete a temi come la guerra, le migrazioni, l’ecologia, l’energia, l’impoverimento e lo sfruttamento diffuso e generalizzato, consegnandoci un destino di barbarie, guerra permanente, terrore e paura?
Come ci organizziamo per rispondere all’avanzata di questi movimenti nel sociale e nella politica e per praticare mutualismo e solidarietà di classe ovvero fra tutti e tutte coloro che hanno subito gli effetti della crisi e del restringimento delle libertà?
La presentazione del libro con l’autore Valerio Renzi, giornalista e attivista, ci servirà come bussola per orientarci e per rispondere a questi interrogativi.

Rimini non dimentica Adelio, Luigi, Nicolò!

#MaiconSalvini#NoNaziInMyTown#RiminiDegna#OpenBorders

Scheda del Libro

La politica della ruspa

La Lega di Salvini e le nuove destre europee

Il declino politico di Berlusconi ha aperto scenari nuovi per la destra italiana che Matteo Salvini sembra aver colto al volo. Sotto la sua guida la Lega ha cambiato pelle, marginalizzando le non più spendibili rivendicazioni regionaliste ed egemonizzando il centrodestra con un populismo fortemente caratterizzato dai temi dell’identità e sovranità nazionale. Lo storytelling di Salvini è ridotto all’osso: pochi fronzoli per una comunicazione nuda e cruda, concetti chiari e ripetuti ossessivamente. Le vittime siamo noi non loro, spiega agli elettori parlando dei migranti. Il punto del resto non è la realtà o meno dei fatti, ma il successo della loro rappresentazione.
Slogan come “prima gli italiani” o “aiutiamoli a casa loro” hanno però una genealogia precisa nello sviluppo del pensiero di estrema destra in Europa, che negli anni ha aggiornato vecchie ideologie impresentabili e dato voce a nuovi teorici, tra cui l’ispiratore della nouvelle droite Alain de Benoist e Aleksandr Dugin, il filosofo vicino a Putin. L’ascesa della “nuova” Lega si inserisce infatti nel più generale affermarsi delle destre populiste nel vecchio continente: da Alba Dorata in Grecia all’Ukip di Farage in Gran Bretagna, dalle formazioni xenofobe dei paesi scandinavi all’Ungheria di Viktor Orbàn. Storie diverse ma che condividono molte parole d’ordine e narrazioni.
Questo libro inquadra l’ascesa di Salvini nel più complessivo fenomeno delle nuove destre europee, fornendo una cassetta degli attrezzi per smontare la ruspa e vedere come girano le rotelle degli ingranaggi.

Se ne va in giro su e giù per l’Italia su una ruspa, a volte è vera a volte solo metaforica. Con il suo Caterpillar il leader leghista Matteo Salvini vuole abbattere i campi rom, spianare i centri d’accoglienza, spazzare via il governo Renzi e l’euro. Qualcosa non va? E allora ruspa! Tabula rasa, e chi se ne importa delle macerie. […] Nel serbatoio della sua ruspa Salvini può mettere tutto il risentimento sociale in circolazione, ben miscelato con le paure di chi vede il proprio mondo crollare e il futuro sempre più incerto.
Tutto questo fa da carburante per la macchina leghista, mentre dal tubo di scappamento escono i gas tossici della microfisica dell’odio.

L’autore

Valerio Renzi, giornalista e attivista. Da anni scrive di destre radicali in Italia e in Europa. Redattore di Dinamo Press, ha collaborato con il Manifesto, l’Unità, Europa, Pubblico e il settimanale Carta. Attualmente lavora alla cronaca romana per il sito di informazione Fanpage.

condividi su: