Verona città transfemminista! In 150 mila alla manifestazione

condividi su:
non una di meno verona

Più di centocinquanta mila persone oggi a Verona per materializzare e costruire la città transfemminista. Siamo marea!
Centomila corpi desideranti, che hanno marciato, danzato, scandito slogan, condiviso la rabbia degna “per tutte quelle donne che più non hanno voce” o che ce l’hanno tappata nei luoghi di lavoro, nelle case della “famiglia naturale”, nelle strade.
Per un’idea alternativa di società basata sul transfemminismo, l’ecologia sociale, la solidarietà nella lotta comune ad ogni forma di violenza e oppressione.
Ma questa manifestazione oggi ha anche unito le generazioni, le persone razzializzate, chi subisce il precariato o la schiavitù, chi ha vissuto qualsiasi forma di oppressione, discriminazione, per genere, provenienza, classe.
Per questo oggi siamo qui con i ragazzi di Casa Gallo, con le attiviste del guardaroba solidale, le insegnati della scuola popolare, ma soprattutto con e per @NON UNA DI MENO uno spazio intersezionale e di ricomposizione di quel mondo che contiene molti mondi, oggi sotto attacco da parte di forze politiche reazionarie, autoritarie e sovraniste globali che nel World Congress of Families hanno un punto di riferimento e che non a caso – quest’anno – si svolge proprio in Italia, vero e proprio laboratorio politico, attraverso il governo giallo/verde, di questa stretta e spinta oppressiva e di attacco alla libertà di scelta e ai diritti di tutt*.

La famiglia che propagandano al congresso è quella basata sullo sfruttamento e la violenza sulle donne, ed è a partire dalle stesse donne sfruttate che vogliamo costruire concrete forme alternative, cooperative e solidali, di costruire e riprodurre società.

Il mutualismo ha come scopo primo quello di costruire solidarietà per, solidarietà per e tra le soggettività oppresse, una solidarietà che parte dalla convinzione profonda che la via per uscire da un sistema violento la costruiamo tutt* insieme e quindi diventa solidarietà contro chi agisce qualsiasi forma di violenza.
Il mutualismo ci permette di dare vita a un movimento veramente intersezionale perchè permette a tutte e tutti di avere i mezzi, il tempo e la forza per lottare.” (*)

Continuiamo a conquistare spazi, tempi di vita, strumenti per permettere a tutt* di avere i mezzi, il tempo è la forza per continuare a lottare!
✊🏿🔥❤️

*da “Mutualismo femminista – parole e pratiche contro la reazione patriarcale

condividi su:

Warning: file_get_contents(http://api.pinterest.com/v1/urls/count.json?url=http://www.casamadiba.net/post/nonunadimeno-lotto-marzo-rimini-gli-appuntamenti/): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.0 426 Unknown in /web/htdocs/www.casamadiba.net/home/wp-content/themes/maxblog/inc/tn-counter-post.php on line 33