Presidio pubblico Basta speculazione vogliamo un accoglienza degna!

condividi su:
scuola madiba vecchia pescheria accoglienza migranti

**Rimini – Presidio pubblico Fermiamo la ”mala-accoglienza”
Mercoledì 11/10/2017 alle h 11 davanti alla Prefettura di Rimini**

Anche l’Italia con il piano Minniti si è adeguata alle politiche europee di chiusura e respingimento nei confronti dei richiedenti asilo che provengono dai Paesi più poveri e antidemocratici d’Asia e d’Africa.
Di pari passo, con le politiche economiche ultra liberiste con cui si è preteso di combattere la crisi, in Italia negli ultimi anni si è ampliata la differenza tra ricchezza e povertà più che in ogni altro Paese d’Europa.
Per rispondere al crescente malcontento popolare le principali forze politiche, sia di Governo che di opposizione- cinque stelle e destra – hanno scelto la strada ignobile di additare i migranti come causa dell’impoverimento delle classi popolari: sperando poi di raccoglierne il consenso al momento del voto.
Da qui la scelta di pagare le bande criminali operanti in Libia perché impediscano gli imbarchi verso l’Italia; e poi la restrizione delle modalità di riconoscimento dello status di rifugiato affidate ad un giudice monocratico e senza possibilità di appello da parte del richiedente asilo che sia stato rifiutato.
Inoltre le condizioni dell’accoglienza appaiono sempre più precarie e scadenti e i controlli nei confronti delle cooperative e associazioni cui il compito è affidato non garantiscono il rispetto degli impegni ben retribuiti che costoro si sono assunti con un contratto pubblico.

Proprio per far fronte almeno in parte a queste carenze Casa Madiba ha organizzato alcune iniziative di supporto, tra le quali la Scuola di Italiano per richiedenti asilo, servizio che pochissime strutture di accoglienza convenzionate forniscono, pur avendolo tra i propri impegni assunti.
Alcuni dei nostri allievi sono alloggiati in strutture private – per lo più piccoli alberghi – che hanno trovato assai più conveniente convenzionarsi con la Prefettura per accogliere i migranti che restare nel mercato turistico.
In particolare la Scuola sta monitorando la situazione dell’hotel Brennero di Bellariva, dell’Hotel Panda, dell’Hotel Evelyn e tanti altri che ci vengono segnalati di giorno in giorno il cui servizio è di pessima qualità: per come gli ospiti sono alloggiati, e per ragioni igieniche e qualità del cibo, per la mancanza di mediatori linguistici, medici, operatori e avvocati.

Come Scuola ci siamo rapportati con la Prefettura con spirito costruttivo ed aperti al massimo dialogo sulla tematica dell’Hotel Brennero: ci è stato risposto di pazientare perché sarebbero intervenuti quanto prima. Purtroppo però l’unica risposta è arrivata dalla Polizia che è entrata nell’hotel Brennero addirittura con i cani antidroga: che hanno trovato ben due dosi di fumo! A seguito i questo ‘’blitz’’ d due richiedenti asilo sono state notificate due denunce e automaticamente sono stati espulsi dal l’hotel e dal programma di protezione; mentre nessuno contesta all’albergatore che incassa di non ottemperare ai propri impegni!

A questo punto ci vediamo costretti a denunciare pubblicamente questa vergogna e convochiamo un presidio di protesta e di denuncia davanti alla Prefettura per il giorno 11 ottobre alle h 11.

#AccoglienzaDegna #BastaSpeculazioni

 

Qui evento Facebook! 

condividi su: