Sul campo sportivo da tennis nel Parco Marecchia. Una proposta per tutt*

condividi su:
parco marecchia mappa

Pubblichiamo di seguito la segnalazione sulla condizione strutturale del campo sportivo da tennis abbandonato da anni nel Parco Marecchia a ridosso dello spazio giochi. La comunicazione – inviata al Sindaco e al C.R.A.L di Hera che ha in gestione il Campo – è frutto di un lavoro territoriale fra varie realtà sociali che si affacciano sul Parco. Lo scopo della segnalazione è quello di trovare soluzioni condivise per un riuso partecipato del campo sportivo rispettoso dei bisogni di tutti compresi quelli delle persone senza casa che spesso nel Parco trovano luoghi di rifugio. Alla paura lasciamo lo spazio alla partecipazione per trovare soluzioni concrete e condivise. 

Siamo una rete di realtà eterogenee che si trovano ad operare nelle zone limitrofe al Parco Marecchia per vari scopi e finalità e da tempo cerchiamo con il nostro intervento di migliorare la qualità della vita e le relazioni che hanno nel Parco Marecchia un punto di riferimento e di attraversamento importante.

Da tempo alcuni di noi hanno segnalato al Comune di Rimini la situazione di totale abbandono del oramai ex campo da tennis posto a ridosso dell’area naturale e protetta.

Luogo sempre più attraversato da fenomeni di marginalità è lasciato totalmente in abbandono e inutilizzato da anni da parte di chi ha la concessione, ovvero il C.R.A.L. di Hera. I problemi connessi alla marginalizzazione prodotta dai luoghi abbandonati (rifiuti, reti rotte, sterpaglie, alberi caduti, micro spaccio, devianza) sono il prodotto di mancate scelte politiche e di totale disinteresse di chi invece se ne sarebbe dovuto prendere cura di quegli spazi. Sono anche la manifestazione di poca attenzione verso i soggetti più deboli e fragili che andrebbero inseriti in percorsi sociali e di reinserimento

Le segnalazioni precedenti al Comune di Rimini, presentate dall’Associazione il Sabato del Villaggio, non hanno portato a nulla di buono ma ad un rimpallo di competenze, per queste ragioni chiediamo pubblicamente un incontro con i rappresentanti del C.R.A.L. di Hera per poter risolvere la situazione e chiedere un diverso utilizzo del capo sportivo. Dato che sono anni che il C.R.A.L. di Hera non utilizza quello spazio che ha avuto in concessione per gli scopi per cui era stato creato (campo da tennis/campo sportivo), chiediamo che sia aperto un percorso di gestione pubblica e partecipata di quel campo con il nostro coinvolgimento. Per ripensare collettivamente un riutilizzo creativo e partecipato del campo sportivo andando così a riqualificare uno spazio che si trova in una zona centrale del parco a ridosso dell’area protetta e del grande  parco giochi, vicino al progetto dell’Orto Sociale di Casa Madiba e del Centro Anziani, nonché del Vivaio Fabbri, gestito dalla Cento fiori.

Per questo è importante allora agire collettivamente con sensibilità e a piccoli passi coinvolgendo attraverso processi partecipativi i/le cittadini/e, chi attraversa e vive il Parco Marecchia così come le tante realtà sociali e sportive che si sono sviluppate intorno a questo polmone verde per restituire questo spazio abbandonato alla sua funzione o ripensarlo e riutilizzarlo per altri scopi. Noi faremo la nostra parte.

FIRME

Ass. Il sabato del Villaggio

Parrocchia San Raffaele Aracangelo

Gruppo Schout Rn 1-11 Zona Rimini

Delfini

Civivo Società de Borg

Civivo Farmborg

Casa Madiba Network

Coop Cento Fiori Rimini

condividi su: